fbpx

BONUS PAVIMENTI: COME ACCEDERE?

bonus-pavimenti

BONUS PAVIMENTI: INTRODUZIONE

Potrebbe essere il momento giusto per dare un tocco di novità alla propria casa. Infatti, grazie al bonus pavimenti, c’è una possibilità da non farsi scappare per dare un nuovo look ai propri ambienti di casa. Scopriamo come.

Molteplici sono gli incentivi previsti dalla normativa italiana per gli interventi sulle pavimentazioni interne nell’ambito di ristrutturazioni e/o riqualificazioni energetichedi edifici esistenti di seguito una carrellata delle possibili casistiche e delle opportunità di agevolazione.

CARATTERISTICHE

Inoltre, il rifacimento della pavimentazione di un edificio esistente suscita spesso parecchi dubbi riguardo alle possibilità di ottenere le agevolazioni fiscali.

A fare chiarezza sul tema ci pensa l’Agenzia delle Entrate, che definisce quando gli interventi sui pavimenti danno diritto alle agevolazioni e quando non si possono ottenere questi benefici economici. Nel primo caso, per i diversi tipi di agevolazioni previste e le varie casistiche che si possono incontrare, ci si potrebbe addirittura riferire al termine “Bonus Pavimenti”, ma tale definizione non è stata ancora contemplata in alcun modo dal legislatore.

bonus-pavimenti

RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

Le agevolazioni e le detrazioni fiscali nell’ambito del bonus pavimenti sono disciplinate dall’art. 16-bis del Dpr 917-86 (Testo unico delle imposte sui redditi), secondo cui può essere detratto dall’Irpef il 36% delle spese sostenute, fino ad un ammontare complessivo non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.

Infatti, con la Legge di Bilancio per il 2020 (Legge 160/2019) è stata confermato nuovamente l’aliquota maggiorata 50% per la detrazione degli interventi con un importo massimo di spesa per le ristrutturazioni di 96.000 €.

Si parla quindi in questo caso di bonus ristrutturazione con detrazione al 50%, all’interno del quale sono compresi anche agli interventi sulle pavimentazioni, ma è necessario distinguere il sia il tipo di intervento edilizio, sia la tipologia di immobile in cui si interviene.

SINGOLA UNITA’ IMMOBILIARE O CONDOMINIO?

L’intervento di rifacimento della pavimentazione può essere sempre detratto se riguarda le parti comuni di un condominio, anche se rientra nell’ambito della manutenzione ordinaria. Nello specifico il nuovo pavimento deve essere localizzato nella stessa posizione di quello precedente all’interno dell’edificio. Il bonus pavimenti riguarda queste voci di spesa:

  • Rimozione del pavimento esistente, compreso il sottofondo
  • Realizzazione del nuovo sottofondo
  • Infine, fornitura e posa del nuovo pavimento.

Si sottolinea inoltre che è possibile portare in detrazione anche gli interventi che riguardano la semplice riparazione dei pavimenti interni, sempre all’interno delle parti comuni del condominio, anche se non si sostituiscono le piastrelle.

Inoltre, il discorso è diverso per le abitazioni private. In questo caso, infatti, l’intervento di sola manutenzione ordinaria non rientra all’interno delle agevolazioni. Facendo un esempio pratico, la posa di un nuovo parquet in una o più stanze non permette di accedere alla detrazione, in quanto è considerata manutenzione ordinaria.

REQUISITI D’ACCESSO

L’intervento, per poter essere detraibile dal bonus pavimenti, deve:

  • riguardare la coibentazione di strutture opache di edifici esistenti (sono quindi esclusi gli ampliamenti);
  • delimitare un volume riscaldato verso l’esterno, verso vani non riscaldati o contro terra;
  • Rispettare i requisiti di trasmittanza termica (U), previsti all’Allegato F tabella 1 del D.M. 6 agosto 2020 (G.U. n.246 del 05/10/2020), diversificati in base alle zone climatiche.

Le opere incluse nel bonus pavimenti riguardano:

  • Fornitura e posa in opera del materiale coibente e di altri materiali necessari alla realizzazione dell’opera;
  • Interventi di demolizione e ricostruzione dell’elemento costruttivo;
  • Opere provvisionali e accessorie strettamente funzionali alla realizzazione dell’intervento (cfr. art. 3 del D.M. 19/02/2007 e successive modificazioni);
  • Prestazioni professionali (documentazione tecnica, direzione dei lavori Attestato di Prestazione Energetica – A.P.E,  ecc.).
bonus-pavimenti

A CHI SPETTA

L’Agenzia Nazionale Efficienza Energetica (ENEA), nel Vademecum del 25/03/2020, specifica chi può accedere al bonus pavimenti per gli interventi di coibentazione delle strutture opache orizzontali di edifici esistenti. Hanno diritto alle detrazioni tutti i contribuenti che: 

  • Sostengono le spese di riqualificazione energetica;
  • Possiedono un diritto di godimento reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio.
LASCIA UN COMMENTO

Se hai trovato l’articolo interessante, lascia un commento con le tue considerazioni a riguardo.

Infine, se hai bisogno di una consulenza personalizzata per accedere ai benefici del bonus pavimenti, invia una mail a valeriadesign@casaomnia.it!

2 Comments

  1. Buon giorno, vorrei mettere il parquet nelle camere con un materassino isolante perché sotto queste due stanze ho un fondo e quindi c'è freddissimo. Posso accedere al bonus del 50% o 65% perché non è un'opera di abbellimento ma per risparmio energetico. Saluti. A.Poggiali
    • Non credo possa essere considerata un opera per risparmio energetico. Potresti eventualmente pensare di usufruire della detrazione al 50% per fornitura e posa in opera in unica fattura. Ovviamente è necessaria una CILA aperta per straordinaria manutenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.