fbpx

CARTA DA PARATI: IL MONDO IN UNA STANZA

carta-da-parati

CARTA DA PARATI: INTRODUZIONE

La casa dice molto su chi siamo. Infatti, per renderla unica ed originale la curiamo fin nei minimi particolari cosi da trasformarla nella casa dei nostri sogni. Se siete alla ricerca di qualcosa che possa farvi personalizzare con stile i vostri ambienti domestici, non c’è nulla di meglio della carta da parati.

La carta da parati è un vero e proprio elemento di stile. Usata con creatività, infatti, è in grado di rendere un ambiente esclusivo. Inoltre, i pregi della carta da parati sono diversi: si tratta di un prodotto versatile, pratico ed economico.

Inoltre, se siete amanti del fai da te, non sarà affatto un problema applicare la carta da pareti nel modo giusto.

Anzi, si rivelerà un’attività divertente che vi darà la possibilità di scegliere tra innumerevoli fantasie e materiali per dare quel tocco personale alla vostra casa.

Scegliendo il giusto rivestimento avrete la possibilità di racchiudere tutto il mondo nella vostra stanza. Infatti, la carta da parati, con le sue numerose fantasie, riesce a fare la differenza.

Infine, la carta da parati può essere di tre tipologie: cellulosa naturale, vinilica, tessuto – non tessuto (TNT), carta e 3D.

MATERIALI

CARTA DA PARATI IN CELLULOSA NATURALE

Ogni carta da parati ha una sua peculiarità. Iniziamo il nostro percorso alla scoperta di questo prodotto partendo dalla fibra naturale ossia la cellulosa.

Questa tipologia di carta da parati è molto diffusa in commercio ed è apprezzata per la sua resistenza e durata nel tempo.

Inoltre, la carta in cellulosa costituisce una soluzione green in quanto non è plastificata. Si tratta infatti di un materiale derivante dalla lavorazione del legno il quale viene successivamente colorato a tinta unita o con fantasie.

carta da parati camera da letto blu

CARTA DA PARATI IN VINILE

Le carte da parati in vinile si distinguono per la loro struttura robusta, l’elevata resistenza all’umidità e, inoltre, la facilità di manutenzione.

Il rivestimento murale deve queste proprietà alla speciale superficie in PVC. Quest’ultima, infatti, viene applicata su uno strato portante in carta o pile

Inoltre, la qualità della carta da parati in vinile dipende dal numero di strati.

Ovviamente più strati abbiamo, più alta è la qualità. Per i disegni più particolari o per gli effetti di profondità, viene spesso utilizzata anche una schiuma plastica.

Le carte da parati in vinile hanno un’elevata solidità del colore, un’enorme resistenza ai graffi e un’applicazione flessibile su diversi supporti.

Non va però dimenticato che questo materiale è plastico e quindi non molto traspirante, per cui la sua applicazione in ambienti umidi deve essere evitata per diminuire il rischio di formazione di muffa.

CARTA DA PARATI IN TNT

Rispetto alle altre carte da parati, invece, le carte da parati in TNT (tessuto – non tessuto) sono relativamente nuove sul mercato.

Sono costituite da fibre tessili e cellulosiche stabili e di alta qualità, che vengono mescolate con pigmenti colorati o schiume per ottenere il colore e la struttura corrispondenti.

Queste carte da parati devono la loro elevata resistenza alla trazione e traspirabilità del materiale di supporto.

Grazie all’ottima permeabilità all’aria e al vapore e alle ottime proprietà di isolamento termico e acustico, queste carte da parati contribuiscono a creare un sano clima di vita. Poiché sono realizzate in tessuto – non tessuto, sono ignifughe e possono essere utilizzati in qualsiasi ambiente.

3D rendering of home interior.

CARTA DA PARATI IN CARTA

I classici rivestimenti murali sono naturalmente le carte da parati di carta.

Spesso sono viste come una combinazione di carta stampata e goffrata all’esterno e carta riciclata all’interno.

Mentre il motivo dipende solo dal vostro gusto personale, il peso della carta da parati ne determina la qualità effettiva. Di nuovo, più alto è il peso, più alta è la qualità.

Infine, le carte da parati di carta sono disponibili in numerose forme e colori. Con le carte da parati sottili, le irregolarità della superficie del muro spesso emergono chiaramente. Durante l’installazione, la carta spesso si espande con la colla.

A differenza degli sfondi in vinile e in TNT sopra descritti, si deve presumere che se si vuole rimuovere la carta da parati di nuovo, è veramente difficile ed è probabile che si strappi.

BENEFICI

I benefici della carta da parati rendono questa tecnica una interessantissima alternativa, al di là dell’aspetto estetico.

Abbiamo innanzitutto una vasta scelta nella composizione scenica, potendo scegliere tra moltissimi soggetti ed effetti a disposizione. Per soluzioni d’arredo uniche e personalizzate.

Potremo ovviamente applicarla anche solo a determinate stanze della casa, o addirittura solo ad alcune pareti.

La carta da parati ha una durata più lunga rispetto alla tradizionale tinteggiatura, il che la rende particolarmente vantaggiosa. Vi sono anche altri aspetti tecnici per cui la carta da parati risulta più pratica, come la sua lavabilità.

Quindi, per danni di piccola entità, si potrà rimediare in maniera assolutamente economica e non incidente.

Inoltre, la sua azione coprente permette di rendere invisibile qualche difetto delle pareti, offrendo quindi una soluzione per molti inestetismi.

SVANTAGGI

Gli svantaggi della carta da parati si identificano principalmente nel prezzo, al contrario di quanto si possa immaginare la carta da parati non è molto economica.

Chiaramente esistono anche varianti a basso costo, ma il rischio è di acquistare un prodotto scadente destinato a scollarsi in breve tempo.

Un altro svantaggio consiste nel fatto che, a differenza della pittura, il materiale tende a scolorirsi se eccessivamente esposto al sole.

COSTO

Non è facile stimare il costo universale di un prodotto come la carta da parati, dato che dipende dalla metratura della casa. Possiamo affermare però che per un buon prodotto di carta da parati il costo è all’incirca di 40 euro/mq.

Essendo una soluzione non proprio economica, nel caso si ha il bisogno di coprire una superficie molto ampia, è preferibile tinteggiare la parete.

MANUTENZIONE

Ci sono diversi modi e diverse situazione in cui diventerà necessario dover fare “manutenzione” per tenere in buono stato la vostra carta da parati.

  • Innanzitutto, macchie di colla durante la fase di applicazione: picchiettare con una spugna molto pulita imbevuta d’acqua;
  • Polvere: spolverare con un panno pulito posto in cima a una scopa o, meglio, ripulire tutta la superficie con l’aspirapolvere;
  • Impronta delle dita: asportarle agendo dall’alto in basso con una gomma pulita e molto morbida oppure con mollica di pane, facendo molta attenzione a non danneggiare il disegno sottostante;
  • Macchie di grasso: pasta di magnesia e trielina. Lasciar asciugare, poi spazzolare con uno spazzolino molto morbido;
  • Strappi definiti: facilmente risolvibile applicando della colla vinilica;
  • Strappi non definiti o lacerazioni: in questi casi è spesso possibile richiedere al rivenditore un pezzetto di nuova carta relativo alla zona da riparare in modo da sostituire la parte lacerata.

Inoltre, va ricordato che le carte viniliche sono lavabili con acqua insaponata cui si può aggiungere, se occorre, clorato e altri moderni detersivi diluiti.

carta-da-parati

MESSA IN POSA

La messa in posa della carta da parati richiede precisione e attenzione. Infatti, se siete pratici del fai da te potete cimentarvi da soli in questa attività. In caso non lo foste, allora il consiglio è quello di rivolgersi a tecnici specializzati.

Nel caso in cui decideste di effettuare da soli la posa, la prima fase è quella relativa alla preparazione dei muri.

Infatti, la parete deve essere lisciata per eliminare ogni tipo di imperfezione così da consentire la perfetta applicazione della carta da parati.

Occorre infatti prestare molta attenzione alla messa in posa della carta da parati. Le linee devono combaciare perfettamente per evitare fastidiose discontinuità.

Dopo aver effettuato questa operazione si può procedere al taglio della carta e a passare il collante sul retro della carta. Assicuratevi che la colla sia stesa in maniera fluida evitando la formazione di grumi.

In questo caso, scegliete la colla adatta alla carta da parati scelta e al supporto dove andrà applicata per garantirne un’ottima prestazione.

Gli ultimi passaggi prevedono l’utilizzo della spazzola da tappezziere per far aderire bene la carta e l’eventuale rifilo per tagliare via le parti in eccedenza.

CONCLUSIONI

Sin dai tempi più antichi, l’uomo ha sentito la necessità di ornare le pareti degli edifici. In tutte le civiltà le classi più agiate decoravano le pareti delle proprie abitazioni con tendaggi, affreschi, rivestimenti in legno, stucco o cuoio.

Durante il Medioevo in Europa si diffuse la tradizione araba degli arazzi, cioè particolari tappeti che ornavano le pareti dei palazzi e dei castelli di tutte le più importanti corti europee.

L’arazzo, pertanto, può essere considerato come il più vicino parente della carta da parati.

La carta da parati, dunque, non è un concetto nato in epoca moderna, è un qualcosa di cui l’uomo sente il bisogno da tempo immemore. In effetti come dargli torto se pensiamo che la casa è lo specchio di noi stessi.

Tutti noi vogliamo che la nostra casa, infatti, sia realizzata proprio come la sogniamo; fin nei minimi dettagli.

Applicare la carta da parati può essere un’attività fai da te divertente e semplice se si ha un po’ di praticità mixata alla giusta dose di fantasia.

Nel caso manchi la praticità e la voglia, ci sono svariate ditte di professionisti in grado di fare il lavoro per voi, in modo preciso e affidabile.

carta-da-parati
LASCIA UN COMMENTO

Cosa aspetti allora? Se vuoi consigli sulla scelta della carta da parati da applicare alle tue pareti lascia un commento alla fine dell’articolo, oppure invia una mail a valeriadesign@casaomnia.it per una consulenza più approfondita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.