fbpx

FENG-SHUI: ARREDARE CON FILOSOFIA

arredamento-feng-shui

FENG-SHUI: INTRODUZIONE

Il Feng-shui è una filosofia di vita tipicamente orientale la quale ha, da poco, trovato l’accesso e la diffusione al mondo occidentale.

L’obiettivo di questa disciplina è la ricerca dell’armonia nell’ambiente domestico, nella disposizione dell’arredamento e di tutto quello che compone un appartamento.

Non esiste una dottrina unificata sul Feng-shui, ma esistono numerose scuole che hanno sviluppato una serie complessa di regole, le due più importanti sono San Yuan Pai e San He Pai. La pratica del Feng-shui è una tradizione antica di oltre cinquemila anni di origine cinese e tibetana e ha nel Ka-so il corrispettivo giapponese.

Anticamente era chiamata Ti-Li, l’arte “dell’uccello nero”, simbolo dello spirito solare, i cui insegnamenti erano alla base delle pratiche agricole e di pianificazione del territorio.

Feng-shui significa letteralmente “vento e acqua“, in onore ai due elementi che plasmano la terra e che col loro scorrere determinano le caratteristiche più o meno salubri di un particolare luogo.

Secondo il taoismo esistono due principi generali che guidano lo sviluppo degli eventi naturali, essi sono il Ch’i e l’equilibrio dinamico di Yin e Yang. Lo yang è il principio che rappresenta la mascolinità, mentre lo yin è il principio che rappresenta la componente femminile del mondo.

Nel Feng-shui lo yin è rappresentato dall’acqua e lo yang dal vento: due tra gli elementi più importanti che governano e regolano la natura. Nel Feng-shui l’I Ching viene praticato nel Bagua quando si arreda l’interno di edifici.

ORIGINE DEL TERMINE

Molti credono che le origini del Feng-shui derivino dall’astrologia, ed in particolare nel Ki delle 9 stelle, anch’esso basato sui principi di Yin e Yang. Questo oroscopo è composto da 9 numeri, associati ai 5 elementi (fuoco, terra, metallo, acqua, legno), ognuno dei quali corrisponde ad una direzione. Il fuoco è associato al Sud, e sta ad indicare la luminosità, la creatività e l’estro, lo spirito.

L’acqua è associata al Nord e riguarda il riposo, l’interiorità e i rapporti interpersonali. Il metallo al Nord-Ovest e all’Ovest e riguarda l’organizzazione, le attività finanziarie, gli investimenti. La terra al Nord-Est e al Sud-Ovest riguarda il governo, il sociale, l’alimentazione e la salute. Il legno all’Est e al Sud-Ovest e riguarda i viaggi, il commercio, le invenzioni e l’informatica.

Le origini del Feng-shui appaiono antichissime e sono state scoperte delle tombe risalenti al Neolitico che sembrano seguirne i principi nella costruzione. Nei secoli che precedettero la dinastia Qin il Feng-shui, chiamato Ka Nyu, faceva parte delle arti divinatorie di cui si occupavano consiglieri politici e militari.

bagua

PRINCIPI BASILARI

Secondo i sostenitori del Feng-shui, esisterebbero principi basilari su cui fare affidamento nella costruzione di una casa, come la scelta del terreno e della forma della casa stessa.

Ad esempio, secondo i principi del Feng-shui, una casa dovrebbe essere quadrata o rettangolare con angoli smussati e forma regolare, inoltre dovrebbe avere un drago verde ad Est (piante alte che proteggano questo lato), una tigre bianca ad Ovest (anche da questa parte delle piante, ma più basse), una tartaruga nera a Nord (un grosso masso) e la fenice rossa a Sud (può essere rappresentato anche sotto forma simbolica, ovvero un sasso con un fiocchetto rosso).

Essendo la parte sud dell’edificio la più esposta alla luce ed al calore del sole è considerata corrispondente al fuoco e allo yang, mentre la parte nord della casa è considerata corrispondente all’acqua e alla carriera.

Infatti, uno dei suggerimenti del Feng-shui è dormire con la testa rivolta verso nord e i piedi verso sud. È provato che ogni direzione ha una relazione con un aspetto della vita.

Il Feng-shui è talmente presente nella vita quotidiana degli orientali da esser diventato parte integrante della formazione di chi si occupa di architettura e si è strettamente legato alla pratica della geomanzia, ovvero del rispetto degli equilibri sottili allo scopo di rendere favorevoli agli insediamenti umani le energie del luogo.

Lo spazio in cui si svolge la propria attività diventa un “contenitore” in grado di adattarsi perfettamente alla nostra personalità e alle nostre disposizioni di spirito; nel rispetto delle leggi che armonizzano forme, funzioni e sostanze di tutta la materia così costituita.

CONSULENTI DI FENG-SHUI

Gli orientali si rivolgono spesso ad un esperto di Feng-shui per la scelta del terreno su cui edificare, per come orientare la casa e la porta principale in base alla data di nascita del capofamiglia, per scegliere anche la data di inizio della costruzione e la data di trasferimento della famiglia nella nuova casa.

Secondo le tradizioni culturali, un esperto Feng-shui è ritenuto inoltre in grado di valutare una casa dal punto di vista energetico, e di decidere quali sono le attività da praticare per armonizzare l’energia all’interno della casa e portare alla famiglia che la abita calma e tranquillità.

Questo stile è, ancor oggi, visibile in diverse città antiche in tutto il mondo dove i tetti degli edifici tradizionali possiedono gli angoli girati verso l’alto, mentre nel giardinaggio le siepi percorrono il limite perimetrale per proteggere l’interno dando le basi per gli stili di giardinaggio.

FENG-SHUI E ARCHITETTURA

L’architettura occidentale e quella orientale perseguono lo stesso obiettivo, ovvero il raggiungimento di un equilibrio. Tuttavia, mentre l’architettura occidentale lo raggiunge attraverso l’uso della simmetria, quella orientale vi perviene attraverso un dinamismo continuo.

Infatti, yin e yang non saranno mai uguali l’un l’altro, sono sempre in relazione mutevole e il loro compito è quello di equilibrare queste due forze uguali ma opposte.

Vediamo nello specifico come questa filosofia orientale, il Feng-shui, viene adattato ai diversi ambienti della propria casa per renderli idonei ai suoi principi base.

CAMERA DA LETTO

La filosofia Feng-shui ritiene che il luogo migliore per la camera da letto si trova il più lontano possibile dall’ingresso principale e dalla strada, oltre la linea mediana dell’edificio.

L’ideale sarebbe posizionarla davanti a un tranquillo paesaggio naturale. Se invece è posizionata sul davanti della casa è necessario uno specchio appeso di fronte alla porta che “spingerà” la stanza indietro.

Per il Feng-shui è di primaria importanza la disposizione della camera da letto, infatti, in base a queste regole il letto dovrebbe essere collocato trasversalmente, con la testata orientata verso est.

La posizione ottimale è nell’angolo diagonalmente opposto all’entrata, in modo tale da non avere mai testa o piedi che puntino direttamente verso l’ingresso della stanza.

feng-shui-camera-da-letto

UFFICIO

Per rispettare il Feng-shui in ufficio il tavolo da lavoro dovrebbe essere collocato nel punto più forte del locale, in modo che la schiena sia protetta e lo sguardo possa essere diretto sulla porta e sulla finestra.

Anche ciò che sta di fronte alla postazione di lavoro è estremamente importante poiché aumenta il Qi ed è fonte di ispirazione. Pertanto sono da evitare scrivanie la cui postazione sia di fronte a un muro.

Inoltre, la scelta migliore sarebbe una disposizione dell’arredo minimale e ben ordinata, sinonimo per gli orientali di un animo calmo, ben disposto e fortemente indirizzato al raggiungimento dei propri obiettivi.

Nello specifico, la scrivania dovrebbe essere posizionata al centro della stanza, non rivolta verso la porta, in modo da essere il fulcro e il collettore di tutte le energie sottili presenti nella stanza.

CUCINA

Le regole del Feng-shui in cucina insegnano come apparecchiare la tavola, scegliere i colori e i cibi per un pranzo formale o allegro, una cena intima o in famiglia.

Per far circolare le energie positive e liberare quelle negative dall’ambiente in cui il cuoco trasforma il cibo con l’uso dei cinque elementi: acqua, legno, fuoco, terra, metallo.

La disposizione degli elementi della cucina non segue delle vere e proprie leggi inderogabili ma, cosi come per tutti gli altri ambienti della casa, è indirizzato verso la creazione di un’atmosfera armonica e confortevole per tutti i membri della famiglia.

Inoltre, la cucina è un importante luogo di aggregazione per tutti i membri della famiglia, i quali sia a inizio sia a fine giornata si ritrovano per condividere la propria giornata, i propri interessi, ecc.

Per questa disciplina, inoltre, la cucina è un ambiente chiave per la salute dell’individuo dato che è il luogo in cui vengono preparati e consumati i cibi. Infatti quest’ultimi essendo l’essenza stessa del nostro corpo e fonte primaria della nostra energia, devono essere preparati sempre con la giusta disposizione emotiva e spirituale.

LIVING

Il living è un ambiente misto e multifunzione ed in genere spesso il salotto è l’ambiente più grande dell’abitazione. Sempre più comuni sono le cucine aperte sul soggiorno, anche se non si tratta di una conformazione molto indicata.

Per arredare un soggiorno in stile Feng-shui la prima cosa da considerare è la forma che deve essere rettangolare o quadrata, con soffitto alto. Le travi a vista sono da evitare, in quanto portatrici di energie negative.

In un salotto gli elementi essenziali sono un grande tavolo, un grosso elemento caratterizzante, e un’area relax composta da divani e poltrone ma anche da uno spazio libero, aperto e morbido.

Secondo il Feng-shui, la porta d’ingresso dell’abitazione non dovrebbe aprire sul centro del salotto, perché è troppo yang. In questi casi, è necessario frapporre qualche arredo, oppure un divano con un pesante schienale.

Il divano principale non deve assolutamente essere posizionato di fronte all’entrata e può essere indirizzato lateralmente verso la porta d’ingresso solo se vi sono altri arredi interposti.

La zona relax non dovrebbe essere attraversata da percorsi, perché si tratta chiaramente di funzioni in scontro, infatti dovrebbe essere posizionata nell’area più protetta e appartata del salotto.

Se vi sono molte porte, porte-finestre e passaggi, è difficile trovare una zona per contestualizzare l’area relax e, infatti, spesso in questo caso occorre schermare le finestre con delle tende e interrompere i passaggi.

Divani e poltrone dovrebbero essere posizionati in modo da contestualizzare un’area interna libera, che diventa il “punto di scambio” tra le persone.

arredamento-lifestyle-living

COLORI

Infine, anche i colori occupano un posto importante nell’arredamento della propria casa. I colori sono collegati ai diversi punti cardinali e bisognerebbe ricordarsene al momento di sceglierli per le diverse stanze della casa da arredare.

Andiamo a vedere nello specifico come il Feng-shui interpreta i vari colori e che significati dà ad ognuno di essi:

COLORI FREDDI

  • Il verde è il colore delle piante e della natura, simboleggia la crescita e lo studio. Inoltre, è il colore del rinnovamento e della rigenerazione. Questa tinta trasferisce infatti equilibrio fisico e mentale, non a caso si usa spesso in luoghi deputati alla salute come cliniche ed ospedali. Essendo poi anche il colore dell’abbondanza può essere usato in cucina per favorire la digestione;
  • Il blu, qualsiasi sia la stanza in cui si usa, trasmette una sensazione di concentrazione e serenità. Il blu emana energia positiva e quindi se siete in un periodo stressato il Feng-shui consiglia di contemplare questa tinta, semmai anche dei vestiti nell’armadio. Si può usare nel bagno padronale per evocare un senso di calma, nella camera dei bambini o sul soffitto dell’ingresso, declinato nelle varie tonalità.

COLORI CALDI

  • Il rosso rappresenta la vita animale e l’apprendimento; è di buon auspicio specialmente unito al nero. Inoltre, rappresenta l’elemento del fuoco per il Feng-shui. È il colore cinese della fortuna e della felicità, e porta in casa gioia, eccitazione. Bisogna però fare attenzione ad usare il rosso ovunque: ad esempio l’uso del rosso in una camera da letto può essere troppo stimolante. Invece, utilizzare il rosso in una sala da pranzo, porta energia e aiuta la digestione;
  • Il giallo è in relazione alla vita sul pianeta e rappresenta la longevità e il buon umore. Per il Feng-shui è il colore della luce, significa potere e stimola la salute. Sia che si usi in casa che in ufficio, il giallo porta vibrazioni vivaci ed edificanti in un ambiente e allontana le energie negative. Per il Feng-shui il giallo è una scelta eccellente per la camera dei bambini;
  • L’arancione è una tinta calda che trasmette energia e, infatti, può essere usato in ambienti come il salotto o la cucina per favorire la conversazione e dare un senso di vivacità;
  • Il rosa è spesso collegato all’amore. Per il Feng-shui è una tinta perfetta per qualsiasi ambiente, dal salone alla lavanderia, in quanto ammorbidisce l’energia. Le dolci e delicate vibrazioni del rosa secondo il Feng-shui hanno un effetto calmante dimostrato sul comportamento, basta solo non esagerare con le tonalità più accese di questo colore.

COLORI NEUTRO

  • Il bianco è il colore legato al denaro ed è usato nei luoghi pubblici per richiamare la buona fortuna;
  • Il nero è in relazione al riposo e alla decantazione. Il nero rappresenta le acque profonde ed il vuoto universale, aggiunge profondità e forza ad un ambiente. Il colore nero appartiene all’elemento dell’acqua e allo Yin, che in cinese indica il femminile. Viene usato infatti per portare energia in uno spazio, dall’ingresso alla cucina, purché non superi l’altezza degli occhi, perché il nero indica stabilità terrena.

CONCLUSIONI

Il benessere del corpo e della mente sono alla base di molte filosofie orientali che, attraverso la meditazione e il relax, mirano all’eliminazione delle tensioni esterne per elevare lo spirito. L’ambiente in cui si vive influenza molto lo stato della nostra psiche e del nostro benessere. Per questo è importante arredare la propria casa e renderla accogliente, tranquillizzante e famigliare.

L’arredamento orientale riflette i principi alla base delle correnti filosofiche d’Oriente dallo zen al minimalismo.

Nel classico arredamento orientale la luce nelle stanze deve essere soffusa e irradiata da lampade o candele, l’ambiente è spesso profumato da incensi e viene sfruttato molto il pavimento. Letti futon su tatami e tavolini bassi con cuscini sono un must-have.

La quasi totalità di materiali usati nell’arredamento orientale sono leggeri e di origine orientale. Ad esempio le classiche porte scorrevoli fatte di un particolare tipo di carta chiamata “shoji”. La scelta di questo materiale ultra-leggero è in grado di donare all’ambiente una maggiore illuminazione.

Il legno è il materiale più usato, ma anche il bambù viene usato spesso ed è apprezzato per la sua leggerezza, resistenza e naturalezza.

 Infine, grande successo riscuote lo stile Feng-shui che indica l’antica arte cinese di arredare gli spazi all’insegna dell’armonia con l’universo. Gli spazi vengono organizzati in modo da creare una vera e propria armonia tra l’interno e l’esterno della casa.

Il fascino dell’Oriente è indiscusso, infatti sono ormai tantissime le persone che amano inserire all’interno della propria casa dettagli e accessori che richiamino atmosfere non appartenenti alla propria cultura. L’arredamento orientale è l’ideale sia in camera da letto che in soggiorno, luoghi nei quali rilassarsi dopo una intensa giornata lavorativa.

Inoltre, il Giardino Zen è il luogo dove meglio si esplicano i principi della filosofia Feng-shui, posto perfetto per ritrovare calma e tranquillità in questa frenetica società.

feng-shui-living

LASCIA UN COMMENTO

Cosa aspetti? Segui i nostri articoli e scopri come arredare al meglio i tuoi ambienti in perfetto stile orientale! Nel caso di dubbi o consigli più approfonditi riguardo l’arredamento della propria abitazione seguendop i principi del Feng-shui, non esitare a lasciare un commento alla fine dell’articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.