fbpx

MOBILE DA BAGNO: CONSIGLI PER LA SCELTA

mobile-da-bagno

MOBILI DA BAGNO: INTRODUZIONE

Si dice che i bagni siano il biglietto da visita delle case e che guardando un bagno si possano capire molte cose sul proprietario. Questo è probabilmente vero, come è vero che la prima cosa che si nota in questa stanza della casa è il mobile da bagno, essendo questo l’elemento di solito più in vista e più utilizzato da tutti.

Se è vero che il bagno e in particolare il mobile da bagno hanno tutta questa importanza, allora è giusto che, nell’arredare la casa, si faccia particolarmente attenzione a questa zona della casa e al suo elemento principale: il mobile da bagno.

Esistono davvero moltissimi tipi diversi di mobile da bagno: essi variano in base alle dimensioni, ai materiali, ai colori alla funzione che hanno: esso può infatti essere incassato, e in tal caso si dovrà tener presente che la parte sottostante del mobile sarà in parte occupata dalla parte inferiore del lavabo oppure può essere da appoggio e in questo caso la parte inferiore del mobile sarà completamente libera.

Vista la grande varietà di mobili da bagno esistente, e la conseguente difficoltà di scelta che può derivarne, oggi, noi di CasaOmnia, vogliamo mostrarvi alcune tipologie di mobile lavabo e spiegarvi per quali stili, quali utilità e quali ambienti esse sono più confacenti.

CRITERI PER LA SCELTA

Quando scegliamo i mobili per il bagno non possiamo limitarci al solo gusto personale, bisogna valutare anche gli aspetti positivi e quelli negativi di ogni tipologia di arredo.

Un mobile da bagno si sceglie a seconda dello spazio disponibile, dell’esigenza di sistemazione e della configurazione del bagno.

La prima scelta che si presenta è quella tra mobili che poggiano a terra e mobili sospesi. C’è da dire che i mobili sospesi stanno prendendo sempre più piede oscurando quelli che poggiano sul pavimento.

Trascurando l’aspetto estetico dei mobili sospesi che evita di forare i pavimenti per l’ancoraggio e di siliconare, essi presentano dei grandi vantaggi. Il primo di questi riguarda la pulizia, che diventa molto più agevole in quanto lo spazio è libero.

Esistono poi i mobili aperti e quelli con le ante. I primi hanno un numero di scaffali che varia in base alla grandezza del mobile, ma che rimangono a vista. I mobili con le ante, invece, nascondono gli oggetti riposti. Non esiste un parametro di scelta migliore se non quello che vede come protagonista lo stile di vita.

Per essere più specifici, il mobile a vista è ideale per quelle persone che possono dedicare molto tempo alla pulizia e che sono estremamente ordinate, mentre il mobile con ante è la soluzione migliore per riparare il contenuto dalla polvere.

Vi sono infine i mobili con lavello da appoggio o con lavello incassato. Nel primo caso abbiamo una soluzione moderna molto amata dagli acquirenti, ma che presenta un grosso inconveniente per le operazioni di pulizia. Hanno infatti degli spazi tra i punti di contatto, tra mobile e lavabo, che sono davvero difficili da raggiungere.

I lavelli incassati sono invece molto più comodi e si possono trovare nelle forme e dimensioni più varie.

mobile-da-bagno

TIPOLOGIE DI MOBILI

A seconda dello stile e dell’ergonomia del mobile, puoi scegliere tra mobili di design, mobili moderni e contemporanei o anche mobili da bagno economici, per lo più di forma classica e realizzati con materiali e finiture di base.

MOBILE BASSO DA BAGNO

Se provvisto di ruote, un mobile basso da bagno può essere spostato e, se sufficientemente robusto, può anche essere utilizzato come sgabello. Generalmente dotato di uno o due cassetti, il mobile basso da bagno può essere collocato in un angolo di una parete o sotto ad un mobile più alto.

MOBILE A COLONNA DA BAGNO

Il mobile a colonna da bagno è poco ingombrante rispetto alla sua capacità di stoccaggio. La colonna da bagno può essere da appoggio o sospesa.

Composta da cassetti, sportelli o spazi aperti, la configurazione deve essere scelta a seconda dell’organizzazione del bagno.

Lo scomparto inferiore è spesso utilizzato come armadio per la biancheria, mentre quello in alto come spazio per i prodotti del bagno. Il mobile a colonna deve essere fissato per una maggiore stabilità.

SCAFFALE PER IL BAGNO

Sospeso o da appoggio, dritto o ad angolo, basso o alto, lo scaffale per bagno conta spesso tra i due e i cinque ripiani. Uno scaffale per bagno ha dimensioni varie e può avere uno o più cassetti o un portasciugamani. Un ripiano semplice viene chiamato mensola.

MOBILE SOTTOLAVABO DA BAGNO

Il mobile sottolavabo può essere ad incastro se il lavabo è un lavabo a colonna o può semplicemente essere una base da integrare ad un lavabo sospeso o ad un piano d’appoggio per lavabo.

Infatti, le sue dimensioni non devono superare la profondità del lavabo. Il mobile sottolavabo può essere una cassettiera, un mobile ad ante oppure a mensole.

Inoltre, deve permettere l’accessibilità al sistema di evacuazione, ossia al sifone. Alcuni mobili sottolavabo possono avere un piano toilette che può essere tagliato per potervi incastrare un lavabo o il sistema di scarico di un lavabo d’appoggio.

ARMADIO DA BAGNO

L’armadio da bagno può avere diverse configurazioni: una porta, due porte, tre porte, con specchio, cassetti e anche illuminazione – a LED, alogena, con tubo al neon oppure lampadina a basso consumo con attacco E14 ed interruttore.

Disponibile in diverse dimensioni, l’armadio da bagno è sospeso e poco profondo. Infine, può essere installato sopra al lavabo.

MATERIALI UTILIZZATI PER IL MOBILE DA BAGNO

Fondamentalmente esistono due tipi di materiali utilizzati nella produzione dei mobili da bagno: il legno massello e i materiali compositi, ciascuno con caratteristiche stilistiche diverse.

I materiali compositi consentono forme più moderne e raffinate. Infatti, il loro prezzo è spesso inferiore, ma la qualità è minore e il processo di produzione ha un impatto sull’ambiente.

LEGNO MASSELLO

I mobili in legno massello possono essere di essenze diverse, tuttavia si può osservare una prevalenza di legni esotici dovuta alle loro proprietà intrinseche: di facile manutenzione e imputrescibili.

Inoltre, la maggior parte dei mobili da bagno in legno massello è realizzata in teak, eucalipto, mogano, bambù, ecc.

Si consiglia, infatti, comunque di applicare un olio se si tratta di legni esotici o resinosi (abete, pino, ecc.) e, se il legno non è stato trattato, una vernice ne assicurerà la protezione.

mobile-da-bagno
LASCIA UN COMMENTO

Se l’articolo ti è piaciuto lascia un commento con le tue considerazioni a riguardo!

Infine, se hai bisogno di una guida o di un consiglio personalizzato per la scelta della tipologia di mobile o del materiale di cui è fatto, invia una mail a valeriadesign@casaomnia.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.