fbpx

PERMESSI LEGALI PER COSTRUIRE UNA PISCINA

permessi

PERMESSI LEGALI: INTRODUZIONE

A differenza di quanto si possa pensare, non sono molti i permessi richiesti per dare il via alla costruzione di una piscina interrata residenziale. Certo ogni Comune o Regione ha possibili variazioni dettate dai propri piani urbanistici. Tendenzialmente sono solamente tre le pratiche da svolgere per richiedere l’autorizzazione alla costruzione della tua piscina per esterni.

AUTORIZZAZIONE EDILIZIA E DIA

L’autorizzazione edilizia è il documento fondamentale senza il quale non si avranno i permessi per procedere ai lavori in giardino. E’ concesso dagli Enti Locali, previa presentazione della domanda, i quali valuteranno il progetto e daranno la concessione al cantiere. la DIA, invece, è la documentazione più semplice di questo percorso. La sigla indica “Dichiarazione di inizio attività” ed è presentata al proprio Comune di residenza, compilando alcuni moduli prestampati già messi a disposizione del cittadino.

permessi

QUANDO E’ RICHIESTA LA DOCUMENTAZIONE?

Tale documentazione è richiesta quando il progetto della piscina in oggetto è da considerarsi pertinenziale all’edificio principale e quando non supera il 20 per cento del volume dell’abitazione. Dal momento della presentazione passeranno trenta giorni e se non si riceverà risposta, il progetto sarà stato accettato. In caso contrario l’amministrazione comunicherà l’esito negativo.

I permessi per costruire si differenziano dalla DIA perché sono richiesti quando la piscina interrata in progetto non è pertinente ad un altro immobile o se il suo volume complessivo è superiore al 20 per cento dell’edificio principale.

Viene richiesta anche in casi particolari, ovvero quando il territorio dove dovrebbe avvenire la nuova costruzione è soggetto a vincoli paesaggistici e ambientali.

Il consiglio che ti possiamo dare per conoscere precisamente documentazione e uffici dove presentarla, è quello di rivolgerti ai professionisti della nostra rete vendita, particolarmente esperti ed attenti, grazie alle pregresse installazioni, alle normative della tua regione.

Una burocrazia lenta e spesso confusa potrebbe spingerti a costruire una piscina senza permessi, o di iniziare prima di averli ufficialmente ottenuti. Ma ti sconsigliamo vivamente di farlo. Cosa potrebbe accadere? Rischi delle ripercussioni che ricadranno su tutte le figure coinvolte: tu, il costruttore e il progettista.

Inoltre, sii molto attento anche nella scelta del professionista a cui affidi sia la progettazione che l’esecuzione dei lavori, evitando soluzioni non professionali o una piscina fai da te: in questo modo eviterai grane future per lavori mal fatti e tutelerai la sicurezza e la salute dei tuoi cari.

permessi
LASCIA UN COMMENTO

Se hai trovato l’articolo interessante, lascia un commento con le tue considerazioni a riguardo.

Infine, se hai bisogno di una guida personalizzata per capirci di più riguardo i permessi per costruire una piscina, invia una mail a [email protected]! Fai un salto sul nostro portale online CasaOmnia.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *