fbpx

PIASTRELLE BAGNO: CONSIGLI UTILI

piastrelle

PIASTRELLE BAGNO: INTRODUZIONE

Per un bagno la scelta delle piastrelle è fondamentale, sia dal punto di vista estetico che da quello della funzionalità. Scegliere quelle giuste può sembrare una banalità ma non è del tutto vero. A ogni ambiente dovranno essere assegnate le piastrelle giuste, del materiale più consono e tenendo a mente tutte le loro caratteristiche, tra cui resistenza, scivolosità e facilità di pulizia, ma anche colore, luce e fantasia.

Dal pavimento alle pareti, le superfici che scegliamo possono avere un forte impatto sulla stanza e ci danno la possibilità di dare all’ambiente un tocco personale.

Selezionare i rivestimenti richiede pianificazione e occorre considerare numerosi aspetti: le dimensioni del bagno, i materiali, il budget e moto altro.

Può sembrare un’impresa difficile, ma con qualche accorgimento il risultato può essere sorprendente. Vediamo qualche consiglio per affrontare questa scelta.

DIMENSIONE

Una delle prime cose da considerare quando si scelgono i rivestimenti per il Bagno sono le dimensioni delle piastrelle: grandi, piccole o a mosaico? Valutate le dimensioni del vostro bagno e l’altezza del soffitto. Le piastrelle grandi, ad esempio, possono far sembrare un ambiente più ampio.

diversi tipi di piastrella possono essere dispiegati nel bagno per il rivestimento della parete, per la pavimentazione e per rivestire lo spazio doccia. La grandezza cambierà in base alla posizione. Optate per set coordinati, anche di diverse larghezze, ma dello stesso materiale, come ceramica e gres, e dalle stesse finiture. I completi continuativi daranno un senso di omogeneità al bagno scacciando però la banalità.

piastrelle

SCELTA DEI MATERIALI

Oltre alla dimensione estetica, non perdere mai di vista l’aspetto pratico. Come scegliere un rivestimento del bagno che sia bello e duri nel tempo? Sicuramente ci sono dei materiali più performanti da questo punto di vista: ecco una piccola panoramica di tutte le soluzioni presenti sul mercato, con le loro relative caratteristiche.

  • Piastrelle in ceramica: ideale combinazione per resistenza e bellezza, sono una scelta classica per il bagno. Attualmente, le più in voga sono quelle in forma rettangolare, con finitura glossy e colori pastello.
  • Piastrelle in gres porcellanato: mentre la ceramica viene cotta, il gres porcellanato si ottiene con la pressatura delle argille. Le piastrelle così prodotte sono proposte in moltissime texture diverse, che riescono a riprodurre fedelmente anche l’aspetto della pietra e del legno, garantendo però massima impermeabilità e durevolezza.
  • Pietra naturale: scelta raffinata ed eterna, le piastrelle in pietra devono però essere adeguatamente trattate per una perfetta impermeabilizzazione. Marmo e travertino sono sicuramente materiali di grande pregio, ma attenzione alla pulizia.
  • Carta da parati per bagno: sì, oggi è possibile ricoprire le pareti del bagno con una bella carta da parati! Scegli però un modello specifico in fibra di vetro o con fondo in TNT, materiali che resistono all’umidità.
  • Mosaico: tradizionalmente realizzato con piccole tessere di vetro, ha sempre il suo fascino. Costa di più, ma resiste bene all’usura e al tempo.
  • Legno: bello, bellissimo, ma molto delicato. Esistono però dei tipi di legnami trattati specificatamente per il bagno. Soprattutto in questo caso, no al fai-da-te!
  • Altri materiali: tra le ultime soluzioni moderne, citiamo anche i rivestimenti in resina, cemento o con mattoni a vista, ideali per case iperminimaliste.

COME POSARE LE PIASTRELLE IN BAGNO

Tra i trucchi ottici per rendere un bagno piccolo visivamente più grande lo schema di posa delle piastrelle è un valido alleato.

Sia che si scelgano i listoni in gres porcellanato o le piastrelle quadrate, la posa diagonale delle piastrelle, è la soluzione da preferire. Il bagno beneficerà dell’allargamento percettivo dello spazio e si potranno mascherare fuori squadro, nicchie ed eventuali ostacoli. L’uso dei listoni in diagonale è assai versatile perché si adatta sia in contesti moderni che classici.

ABBINAMENTI CROMATICI

Anche nel campo dei colori la scelta è sempre più vasta. È importante seguire le inclinazioni del proprio gusto personale, stando però sempre attenti a valorizzare al meglio il locale che si ha a disposizione.

Una regola valida un po’ per tutte le situazioni è quella di non esagerare con i cromatismi scegliendo pochi colori, massimo due se la stanza è piccola, tre se è più grande.
Troppa varietà rischierebbe infatti di creare un senso di confusione, meglio scegliere un colore generale per tutte le pareti fatta esclusione per alcune zone che si vogliono mettere in risalto.

Se invece siete amanti del multicolor e non vi piacciono le soluzioni minimal allora osate fino in fondo e utilizzate mattonelle per bagno con decori posizionati in maniera tale da formare scenografici effetti patchwork, ad esempio la linea Settecento60 di Atzeca.
Il risultato sarà sicuramente d’impatto e il trucco per non rischiare di esagerare sta nell’utilizzare questa soluzione solo in alcune alcune porzioni di parete.

piastrelle

LASCIA UN COMMENTO

Se hai trovato l’articolo interessante, lascia un commento. Inoltre, se hai bisogno di una guida per scegliere le piastrelle del tuo bagno, invia una mail a valeriadesign@casaomnia.it! Fai un salto sul nostro portale online CasaOmnia.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.