fbpx

SMART WORKING: UFFICIO IN CASA

smart-working

START WORKING: INTRODUZIONE

Lo smart working (o lavoro agile) è diventato una necessità, non solo per i free lance. Ecco per te una guida per arredare un piccolo studio in casa con stile e funzionalità!

Hai la fortuna di avere l’ufficio a casa? Sicuramente è una gran comodità, ma non sempre lo smart working è la soluzione migliore per la qualità del lavoro. Già, perché concentrarsi non è così facile stando a casa! Infatti, arredare una stanza studio in modo che resti sempre ordinato e ben organizzato è un valido aiuto per lavorare al meglio delle tue possibilità.

Oggi scopriremo come arredare lo studio in maniera ottimale per lo smart working. Ma cos’è lo smart working? Sicuramente in questo periodo ne avrai sentito molto parlare. Si tratta di lavorare da casa, sfruttando tutte le potenzialità di internet e delle telecomunicazioni, anziché recarsi ogni giorno in ufficio.

Di solito è una soluzione scelta da chi ha un’attività in proprio ma, ultimamente, anche i lavoratori dipendenti hanno iniziato a lavorare in maniera flessibile. Magari sarà capitato anche a te di pensare a come allestire l’ufficio a casa!

In tal caso, questa piccola guida è ciò che ci vuole. Vediamo insieme come arredare un piccolo studio in casa nel modo ideale, così da favorire la concentrazione ed evitare qualsiasi distrazione. Via libera a sedie comode ed ergonomiche, pratici organizer da scrivania e librerie in linea con il tuo stile. Perché? Perché anche l’occhio vuole la sua parte!

Non pensare solo alla comodità. Infatti, dal momento che stiamo parlando di un ufficio in casa, è molto importante che il suo aspetto sia compatibile con il resto dell’arredo. Di cosa hai bisogno per arredare uno studio in casa? Vediamolo insieme!

smart-working

ARREDARE L’UFFICIO PER LO SMART WORKING

COME SCEGLIERE LA SCRIVANIA?

Da dove cominciamo per arredare lo studio di casa? Ma è ovvio: dalla scrivania!

I fan dello smart working lo sanno. Disporre di una superficie comoda e organizzata è il primo passo per allestire un ufficio a casa, senza rinunciare alla comodità dei grandi posti di lavoro. Ma come si fa a scegliere la scrivania giusta?

Innanzitutto dovrai trovare un buon compromesso sulle misure. Magari non avrai a disposizione un gigantesco open space, eppure, non c’è niente di peggio di una scrivania stretta e stipata di oggetti!

La soluzione, soprattutto se devi arredare un piccolo studio per lo smart working, è organizzare la scrivania per risparmiare quanto più spazio possibile. E per questo serve un mobile furbo, con cassetti e ripiani aggiuntivi come una scrivania che ti permette di sistemare quaderni e fascicoli risparmiando centimetri preziosi. Scegliere una scrivania con ripiani sarà quindi un valido aiuto per lavorare in maniera organizzata. Infatti, ogni cosa sarà al suo posto e gli elementi di distrazione saranno ridotti al minimo!

Un ultimo consiglio: valuta sempre con un occhio alla praticità e uno all’estetica. Hai idea di quanto possano essere noiosi i mobili per ufficio per lo smart working? Il segreto è questo: quando ti troverai a decidere come arredare lo studio di casa, sforzati di non pensare a come dovrebbe apparire un ufficio. Piuttosto, ragiona fuori dagli schemi e azzarda un modello particolare, dal design unico: darà subito un aspetto più originale all’intera stanza.

COME ORGANIZZARE LA SCRIVANIA?

Abbiamo già visto come scegliere la scrivania giusta da smart working per “togliere di mezzo” gli oggetti più ingombranti. Ma ovviamente è impossibile lavorare senza aver nulla a portata di mano, quindi, ecco qualche consiglio su come organizzare la scrivania al meglio.

Prima di tutto: se lavori al computer, avrai sicuramente un bel po’ di cavi intricati con cui fare i conti. I cavi non occupano molto spazio, tuttavia danno all’ambiente un aspetto molto disordinato. Non è l’ideale per concentrarsi!

Munisciti allora di una scatola per i cavi o, ancora meglio, divertiti a crearne una con il fai da te. Infatti, ti basterà prendere una scatola da scarpe, decorarla a tuo piacimento ed effettuare due fori in corrispondenza dei lati corti. Nascondere quel groviglio di fili elettrici in un bel contenitore darà ai tuoi occhi un sollievo immediato: provare per credere.

Un altro alleato formidabile, per ordinare la scrivania da smart working, è una mini-cassettiera da ufficio. Un piccolo organizer compatto, ma anche bello da vedere, in cui sistemare la cancelleria. Infatti, nascondere alla vista tutti quegli oggetti ti permetterà di sgomberare la mente e concentrarti, finalmente, sul tuo lavoro. Aiutati con le etichette per sapere sempre, in ogni momento, dove sono le cose che usi più spesso.

smart-working

SEDIA DA UFFICIO

Mai, come nel caso delle sedie da smart working, la parola d’ordine è comodità. Soprattutto se passi molte ore davanti al computer, assumere una posizione corretta è molto importante per evitare qualsiasi problema posturale. Non solo: una seduta scomoda è davvero la via più facile per perdere la concentrazione! L’ufficio di casa per lo smart working dovrebbe essere, per te, come un piccolo santuario dedicato al lavoro: qualunque elemento di distrazione va prontamente bandito.

Per scegliere la sedia da ufficio giusta per te, quindi, dovrai tener conto di diversi fattori. Prima di tutto l’imbottitura, che dovrà essere sufficiente a garantirti una seduta comoda anche dopo diverse ore di lavoro. Poi, lo schienale. Quello perfetto sarà abbastanza alto da sostenere tutto il tuo peso. Infatti, in questo modo potrai assumere una posizione distesa e rilassata, evitando di sovraccaricare il collo e le spalle in maniera scorretta durante lo smart working.

Scegli una sedia da ufficio ergonomica e regolabile, e ricorda: con i braccioli, la tua sedia da ufficio sarà ancora più comoda! Per finire, controlla sempre anche il piedistallo: è sufficientemente ampio e stabile? Le rotelle hanno un aspetto solido e sicuro? Tutte queste caratteristiche ti aiuteranno a individuare la sedia da ufficio perfetta per arredare l’ufficio in casa.

E ora non resta che una cosa da fare: scegliere il tuo colore preferito!

smart-working

POGGIAPIEDI DA UFFICIO

C’è un altro elemento che ti permette lavorare in tutta comodità in smart working: il poggiapiedi imbottito!

Scommettiamo che, dopo una giornata passata alla scrivania, ti ritrovi sempre nella stessa posizione: con le gambe accavallate. Vero? Lo sapevamo! Purtroppo non sempre la posizione più comoda è anche la più salutare. Accavallare le gambe troppo a lungo, nello specifico, può portare a un dannoso ristagno della circolazione.

Cosa manca per arredare uno studio in casa da smart working e lavorare in tutta comodità? Un poggiapiedi piccolo, comodo e versatile che ti permetterà di allungare e sgranchire gli arti dopo lunghe ore davanti al computer. E, soprattutto, ti salverà dalla tentazione di accavallare nuovamente le gambe.

Per arredare lo studio si consiglia sempre di usare colori quanto più neutri possibile. Siamo d’accordo: toni troppo squillanti potrebbero portare il cervello a stancarsi. Ma è proprio a questo che servono i piccoli accessori! A portare quella nota di colore che vivacizza l’ambiente senza sovraccaricarlo. Scegli perciò una tonalità vivace per il tuo poggiapiedi da ufficio: darà alla stanza proprio quel tocco che mancava.

LIBRERIA

Mancava solo lei alla nostra lista! La libreria da studio è il principale elemento d’arredo per allestire l’ufficio a casa: niente come una bella biblioteca dà alla stanza l’atmosfera giusta. Ma come scegliere quella perfetta per le tue esigenze?

Prima di tutto, come sempre, valutiamo gli spazi di cui disponiamo. Se la stanza è grande puoi optare per un modello dalla struttura regolare e accostare più scaffali, fino a riempire l’intera parete. Infatti, in questo caso avrai moltissimo spazio a disposizione per i tuoi libri e fascicoli. Magari il tuo lavoro è legato alla contabilità: in tal caso saprai benissimo che pratiche e faldoni occupano molto spazio nell’ufficio. Tenerli tutti in vista negli scaffali ti aiuterà a lavorare più velocemente, perché saprai in ogni momento dove si trovano quelli di cui hai bisogno.

Se invece devi arredare un piccolo studio, una libreria da studio alta e stretta è la soluzione che fa al caso tuo. In base allo stile della casa scegli il colore e la finitura giusta. In un contesto dall’arredo classico sarà perfetta una libreria in legno scuro. Al contrario, uno studio moderno prediligerà il bianco o il nero, magari accostati.

Se invece ami lo stile scandinavo, il legno chiaro abbinato al bianco sarà la combinazione perfetta per arredare uno studio dall’aspetto semplice, ordinato e luminoso. Per ottenere un colpo d’occhio gradevole prova ad alternare libri e riviste a piantine verdi e soprammobili particolari.

Una libreria è anche un’ottima scelta per movimentare un po’ una parete bianca e troppo spoglia, meglio ancora se abbinata a delle mensole. Appendere degli scaffali alla parete è un’ottima soluzione anche per arredare uno studio in casa e avere a disposizione delle superfici in più da sfruttare.

LASCIA UN COMMENTO

Se hai trovato l’articolo interessante, lascia un commento con le tue considerazioni a riguardo!

Infine, se hai bisogno di una consulenza personalizzata per arredare il tuo ufficio per lo smart working, invia una mail a valeriadesign@casaomnia.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.