fbpx

STILE MODERNO: FUNZIONALITA’ AL POTERE

stile-moderno

STILE MODERNO: ORIGINI

Lo stile moderno unisce un insieme di caratteristiche piuttosto “ibride”, poiché si tratta di una macrocategoria, dentro cui possono essere compresi diversi stili “di nicchia”.

In ogni caso uno stile moderno differisce nettamente da uno classico o rustico, ma può differire anche dallo stile cosiddetto “contemporaneo”, poiché caratterizzato da dettagli meno aggressivi.

Lo stile moderno è nato da una rivoluzione nel mondo dell’architettura tra le due guerre dove furono ripensati ogni criterio progettuale e di estetica.

Ancora oggi viene considerato come uno tra i movimenti più importanti della storia dell’architettura. L’essenza del modernismo è la funzionalità, ovvero l’esigenza che ogni spazio progettato ottenga la migliore utilità possibile.

Il movimento ha incoronato molti maestri tutt’ora considerati tra i migliori di sempre, come Le Corbusier con le sue idee di urbanistica sociale e Frank Lloyd Wright e l’architettura organica senza dimenticare l’istituzione che è diventata la Bauhaus.

Nel 1936 in America il movimento venne chiamato anche International Style, proprio per il fatto che aveva rivoluzionato un po’ tutto il mondo.

Per una coppia giovane, single o per chi intende dare un completo rinnovamento all’arredo, la scelta dello stile moderno per arredare casa è una fra le opzioni più naturali perché permette i maggiori compromessi nel budget disponibile e nella quantità di arredo da comprare.

Del resto stile moderno sfocia spesso nello stile minimalista.

Allestire una casa moderna non si traduce per forza di cose nel sistemare in qualche angolo un oggetto di design od un mobile contemporaneo: occorre scegliere per creare un ambiente in cui sentirsi bene.

stile-moderno

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Quindi cosa vuol dire stile moderno nell’ambito dell’arredamento?

Rimane comunque un concetto molto legato all’architettura della casa che negli anni si è evoluto. Il legame tra bellezza e scopo è indispensabile, niente può essere bello se non è funzionale.

Lo stile moderno attuale ha ereditato il concetto del modernismo originale ma si è lentamente fuso con l’idea di minimalismo di forme e spazi, molto rappresentativo della nostra attuale contemporaneità.

I materiali che si utilizzano per arredare in stile moderno sono semplici, spesso brillanti e lucidati.

Gli spazi sono calibrati nel modo giusto tra open space e arredi e i colori tendono a essere neutri o scuri, sempre tinta unita.

Lo stile moderno si caratterizza quindi per l’uso di materiali e arredi moderni appunto, cioè ottenuti con tecniche diverse da quelle del passato remoto.

Ad esempio, anche nello stile moderno, come in quello classico, è molto utilizzato il legno, ma i trattamenti a cui viene sottoposto sono diversi, lo rendono più resistente e talvolta anche esteticamente differente.

Inoltre le linee degli arredi possono assumere forme diverse, anche irregolari e senza decori.

L’obiettivo dello stile d’arredo moderno è quello di affrancarsi dal “peso” di mobili grandi, pieni di decori e poco funzionali.

L’obiettivo è quello di alleggerire gli ambienti e di renderli più pratici, per la pulizia e per l’utilizzo quotidiano. Per questi motivi, nello stile d’arredo moderno è anche ampiamente impiegata la tecnologia.

Lo stile moderno può risultare più soft e dare sensazioni di calma e relax, oppure può essere allegro e brioso, con tocchi molto accentati.

stile-moderno

ELEMENTI COSTITUTIVI

Dunque, andiamo a vedere nello specifico quali sono gli elementi costitutivi che rendono una casa veramente in linea con la definizione di “moderna”:

  • linee e forme molto semplici e spesso lineari;
  • la luminosità;
  • superfici lucide o trasparenti;
  • la funzionalità;
  • il bianco ma non solo;
  • praticità e semplicità;
  • qualità al posto di quantità.

Le caratteristiche che più distinguono lo stile moderno sono la funzionalità dello spazio e una elegante semplicità. Detto questo ci sono tanti altri elementi che contribuiscono a rendere una casa in vero stile moderno:

  • Forme: nello stile moderno non c’è una rigidità delle forme come magari è più evidente nello stile minimal. In questo stile le forme tendono ad essere pulite e semplici, anche irregolari ma rimangono sempre molto pacate;
  • Colori: il bianco tende sempre ad esserci nelle case moderne ma non solo. I colori più utilizzati sono il bianco e il nero con tutte le loro varie sfumature ma sta diventando sempre più abituale vedere case moderne piene di colore;
  • Luce naturale: proprio perché le case moderne sono spesso molto legate all’architettura dell’edificio, la luce naturale di solito è sempre abbondante. Le case moderne tendono ad avere finestre molto grosse, che lasciano passare la luce e illuminano lo spazio;
  • Materiali: nello stile moderno si utilizzano molto materiali brillanti, lisci, trattati in modi lussuosi;
  • Tecnologia: il design moderno sta diventando sempre più tecnologico. La tecnologia inizia a fare sempre più parte del nostro modo di arredare.

MATERIALI

Nello stile d’arredo moderno, i materiali più utilizzati possono essere anche quelli classici, ma trattati in maniera differente. Infatti, insieme ad essi, possono trovarsi anche materiali più nuovi e adatti alla funzionalità di una casa moderna:

  • Per quanto riguarda i pavimenti, troviamo: ceramiche, cotto, moquette, legno o laminati;
  • Per i rivestimenti, invece, abbiamo: intonaco anche colorato, wall paper, piastrelle in cucina e in bagno, anche decorate;
  • Gli arredi, invece, vanno dal legno ai laccati lucidi oppure opachi, fino all’utilizzo del metallo per alcuni particolari;
  • Infine, per gli imbottiti: la pelle opportunamente trattata, ma soprattutto i tessuti sono i materiali più utilizzati.

TECNOLOGIA

Impianti e tecnologia nella casa arredata in stile moderno sono molto importanti, dato il ruolo fondamentale che viene dato in questo stile alla funzionalità, alla praticità e alla comodità.

Nella casa moderna sono d’obbligo elettrodomestici con buone prestazioni e a risparmio energetico, impianti moderni, come il raffreddamento con climatizzatori e il sistema di riscaldamento a pavimento o con caldaia a condensazione, impianto elettrico organizzato strategicamente, impianto a gas o elettrico per la cucina.

Infine, sistemi audio-video devono essere integrati e talvolta ben mimetizzati nell’arredo, ma non possono mancare: televisori e stereo fanno infatti parte inevitabilmente del corredo moderno.

stile-moderno

DIFFERENZA TRA MODERNO E MINIMAL

Tanti si chiedono quali siano in effetti le differenza tra questi due stili.

Infatti, con il passare degli anni il modernismo si è sicuramente avvicinato al concetto di minimal, anzi, lo stile minimal è nato come una sfaccettatura del modernismo classico!

Le differenze tra questi due stili non sono sempre così evidenti. In essenza lo stile minimal è un tipo di modernismo, infatti, lo stile moderno tende ad essere meno rigido sulla scelta di colori e materiali.

Una casa può essere molto moderna e avere materiali come il legno ad esempio, che nello stile minimal non si usa mai. Lo stile minimal è più restrittivo sui materiali che sono sempre lineari, geometrici, tendono sempre al bianco.

Nel minimal si vedono pochissimi colori, solo sfumature di bianco e nero e lo stile riduce al minimo indispensabile a livello estetico l’arredamento. Lo stile moderno invece è più basato sulla struttura della casa e la funzione delle cose.

Nello stile minimal si riduce l’ingombro come scelta estetica, in quello moderno come esigenza funzionale.

Modern house interior
LASCIA UN COMMENTO

Se hai trovato l’articolo interessante, lascia un commento con le tue considerazioni a riguardo!

Infine, se hai bisogno di una consulenza o una guida personalizzata per rendere la tua casa idonea alle caratteristiche dello stile moderno, invia una mail a valeriadesign@casaomnia.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.