fbpx

PARQUET: VANTAGGI E SVANTAGGI

parquet

PARQUET: INTRODUZIONE

Il calore, l’odore, la bellezza visiva dei parquet conquistano il cuore e lo sguardo.

Quando si è alle prese con la ristrutturazione e il restyling della propria casa, è sempre opportuno valutare la possibilità di dotare gli interni di pavimenti in legno.

Con una gamma sempre più generosa di essenze e varietà cromatiche, il parquet conferisce agli ambienti nei quali viene collocato un carattere peculiare.

Sebbene necessiti di specifiche cure per il proprio mantenimento, tra cui la periodica stesura di cera oppure di olii, e possa subire delle modifiche in caso di esposizioni al sole intense e prolungate, questa tipologia di pavimento dimostra una particolare attitudine a sposarsi con diversi stili e gusti.

COS’E’

Il parquet, chiamato anche palchetto, è una pavimentazione naturale, calda e realizzata in legno. Si adatta agli ambienti rustici, shabby chic e a quelli moderni, è versatile e consente di personalizzare la casa, scegliendo tra disegni, colori e tipologie diverse di legno.

Nello specifico, il parquet è una pavimentazione composta da legno massiccio di spessore variabile, da 10 a 22 millimetri, o dall’assemblaggio di singoli elementi di legno con spessore minimo di 2,5 millimetri, ad un supporto che può essere in multistrato di betulla o altro.

Le pavimentazioni in parquet possono essere composte in maniera “tradizionale”, con tavole rettangolari poste una vicina all’altra, oppure seguendo diverse fantasie e forme geometriche, con diverse varietà di legno in modo da giocare anche con i colori.

Questo tipo di pavimento nasce nel Neolitico, in una forma molto rudimentale, e persiste fino ai giorni nostri.

Molto apprezzato nel Medioevo e nel Rinascimento, si modifica con il passare degli anni fino ad arrivare ai giorni nostri e alle tecniche moderne di realizzazione.

Insomma, è un pavimento intramontabile che esiste praticamente da sempre e che continuerà ad esistere anche in futuro.

Uno dei vantaggi che lo ha reso molto apprezzato in tutte le epoche è sicuramente l’isolamento termico che permette alla casa di rimanere calda anche nelle stagioni più fredde.

VANTAGGI E SVANTAGGI IN GENERALE

Esistono diversi tipi di parquet, i quali andremo ad analizzare in seguito nello specifico. Per ora soffermiamoci sui vantaggi e gli svantaggi percepiti comunemente per ogni tipo di parquet in generale.

VANTAGGI

Partiamo dai lati positivi che contraddistinguono il parquet, quelli che per sentito dire conosciamo un po’ tutti ma che comunque sono veri:

  • Isolamento termico, date le naturali proprietà del legno;
  • Isolamento acustico, che può aumentare grazie agli appositi pannelli isolanti che si possono inserire sotto il parquet;
  • Resistenza all’usura, motivo per cui il parquet è impiegato anche negli impianti sportivi;
  • Aumento del valore immobiliare, infatti in caso di vendita una casa con parquet vale di più delle altre che ne sono sprovviste;
  • Bellezza e elevato valore estetico;
  • La vasta scelta, tipi di legno, colori, disegni, abbiamo un’ampia gamma di tipologie diverse tra cui scegliere per dare un tocco del tutto personale alla casa;
  • Unicità, nessun parquet può essere uguale ad un altro, ogni pezzo di legno è unico con le sue particolari venature e i suoi nodi.

SVANTAGGI

Passiamo ora ai lati negativi, che sono purtroppo veri anch’essi:

  • Prezzo elevato;
  • Tempi di posa lunghi, necessità di un professionista e operazioni abbastanza complicate;
  • Manutenzione costante, per rallentare il naturale processo di ossidazione del legno;
  • Delicatezza, pur potendo durare per generazioni si graffia facilmente;
  • Esposizione al sole problematica, il parquet tende a scolorirsi nei punti spesso esposti alla luce solare;
  • Cambiamenti in base alle condizioni ambientali, si allarga in caso di umidità e si restringe in caso di aria troppo secca;
  • Manutenzioni speciali, necessarie dopo molti anni ma dal prezzo piuttosto elevato;
  • Difficoltà nel riparare una parte danneggiata, se si danneggia una piccola parte del pavimento bisogna levigare tutto il parquet;

Come possiamo vedere vantaggi e svantaggi si equivalgono, bisogna solo valutare quanto li consideriamo gravi e quanto, invece, possiamo passarci sopra.

Infatti, prima di decidere di installare il parquet bisogna chiedersi quanto tempo si avrà a disposizione per la sua cura e quanto siamo disposti a stare attenti a non danneggiarlo.

ALCUNI MITI DA SFATARE

Come detto nell’introduzione alla guida, esistono numerose leggende sui parquet, soprattutto negative.

Cerchiamo di sfatare alcuni miti.

NON SI PUO’ USARE IN BAGNO E IN CUCINA

Questo, ad esempio, non è del tutto vero. Infatti, ci sono particolari tipi di legno che resistono bene all’acqua. Alcuni legni sono molto stabili come il Doussiè, l’Iroko e il Merbau. Seguendo alcune indicazioni, che sono dettate più dal buonsenso che altro, il parquet si può mettere in tutta la casa.

Basta solo asciugare l’acqua che cade per terra dopo aver fatto la doccia o il bagno e arieggiare per evitare la condensa. In cucina, invece, basta stare attenti a non rovesciare padelle piede di olio per terra.

NON VA D’ACCORDO CON CANI E GATTI

Non con tutti i tipi di legno, questo è vero, ma con alcuni sì.

Basta trovare un legno che sia abbastanza resistente, oppure trattare il legno in modo che possa essere ripristinato in caso di graffi.

Figuriamoci se tutti quelli che hanno il parquet non hanno animali domestici dotati di unghiette affilate. E’ vero che il legno è normalmente delicato e si graffia, ma si possono trovare delle valide soluzioni.

NON SI PUO’ USARE SE SI HA IL PAVIMENTO A RISCALDAMENTO

Chi di dovere saprà sicuramente consigliarvi il tipo di legno adatto. Niente di più, si può avere il parquet anche se si utilizza questo tipo di riscaldamento senza correre il rischio di prendere fuoco.

Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad una leggenda metropolitana che non ha nessun fondamento reale. Ovviamente prima di fare mosse azzardate ed avere rimpianti per tutta la vita, in questo caso è sempre meglio rivolgersi ad un esperto del settore.

TIPI DI PARQUET

Ora che abbiamo visto i vantaggi/svantaggi generali e i vari miti che circolano sui parquet, possiamo passare alle tipologie specifiche.

PARQUET TRADIZIONALE IN MASSELLO

Questo tipo di parquet è composto da assi, chiamate listelli, realizzate interamente in legno nobile. Questo significa che è più spesso e che il parquet è ad uno strato solo.

Ogni listello è composto al 100% da un pezzo di legno unico e ha uno spessore maggiore rispetto ai parquet più commerciali.

PRO
  • Molto durevole nel tempo;
  • Possibilità di rilevigatura e lucidatura per farlo tornare come nuovo;
  • Maggiore isolamento acustico per via dello spessore;
  • Possibilità di personalizzazioni come disegni geometrici.
CONTRO
  • Necessita di molte cure;
  • Ogni 10-15 anni la rilevigatura è d’obbligo;
  • Ha un prezzo elevato;
  • La messa in posa necessita di un professionista ed è una procedura lunga.
parquet

PARQUET PREFINITO

Il parquet prefinito, a differenza di quello tradizionale, è già pronto per essere posato. Possiede solo uno strato superiore di legno nobile, incollato su uno strato di legno povero o di multistrato.

PRO
  • Prezzo abbastanza contenuto dovuto al legno meno pregiato;
  • Tempi di posa ridotti;
  • Possibilità di non affidarsi ad un professionista. Infatti, se si è abbastanza pratici con i lavori manuali si può installare anche da soli;
  • Riparabilità, si può cambiare una piccola porzione di pavimento senza il bisogno di levigarlo tutto;
  • Maggior stabilità rispetto al tradizionale, infatti, patisce meno l’umidità.
CONTRO
  • Potere isolante ridotto, per via del poco spessore;
  • Durata inferiore rispetto al parquet tradizionale, può essere levigato meno volte;
  • Nessuna possibilità di personalizzazione.

PARQUET INDUASTRIALE

Questo particolare tipo di parquet, utilizzato una volta solo per capannoni e industrie è creato con gli scarti del legno di varie produzioni. E’ composto da piccoli listelli che offrono un piacevole effetto estetico.

PRO
  • Prezzo molto contenuto
  • Riparabilità
  • Ottima resistenza per via della compattezza del materiale
  • Elevata stabilità
CONTRO
  • Presenza di imperfezioni;
  • Possibile presenza di molti nodi
parquet

PARQUET FLOTTANTE

Il parquet flottante ha dei tasselli particolari muniti di incastri che servono per montarlo senza incollarlo al pavimento. Per installarlo ci si serve infatti di una tecnica di posa alternativa all’incollatura.

PRO
  • Ecologico e smontabile;
  • Economico;
  • Non rovina i pavimenti;
  • Isolante termico e acustico;
  • È possibile montarlo in fai da te;
  • Facilmente riparabile.
CONTRO
  • Il materiale isolante sopra cui deve venire posto è soggetto all’umidità, col rischio di muffe e odori poco gradevoli;
  • Inadatto ad ambienti umidi come bagno e cucina;
  • Per essere stabile richiede uno spessore e una lunghezza minima dei listelli che limitano la gamma di scelta;
  • Alcuni incastri sono complessi e fanno lievitare notevolmente il prezzo.

PARQUET LAMINATO

Il laminato è una soluzione alternativa al parquet che garantisce lo stesso tipo di effetto con dei benefici diversi.

È composto non da tasselli, ma da pannelli in fibre di legno e resina su cui viene impresso un foglio decorativo che riproduce fedelmente un’essenza legnosa.

PRO
  • Economico per la sua natura e per la velocità di posa;
  • Non necessita di un’eccessiva manutenzione;
  • Il foglio decorativo è impermeabile e resistente all’usura;
  • è possibile aggiungere dei supporti insonorizzanti.
CONTRO
  • Non è possibile rinnovarlo con la levigatura;
  • Non resiste molto bene al calore.
parquet

TECNICA DELLA SPAZZOLATURA

Se optate per un parquet classico, potete arricchire l’essenza di una luminosità vitale aggiuntiva attraverso la spazzolatura.

La spazzolatura è una tecnica di rifinitura eseguita mediante l’utilizzo di spazzole rotatorie sulla superficie del legno, per metterne in risalto le venature. Il risultato sarà un parquet più ruvido al tatto, che potrà essere oliato o verniciato.

L’oliatura darà un risultato più ruvido e caldo, ideale per ambienti rustici, mentre la verniciatura darà un risultato liscio e lucido, adatto agli ambienti moderni.

MANUTENZIONE

Ecco alcuni consigli utili per mantenere il vostro parquet giovane e bello nel tempo:

  • Pulite il vostro parquet con una scopa elettrica e l’ausilio di un panno leggermente umidificato, evitate di lavarlo come se fosse un normale pavimento;
  • Nutrite il vostro parquet con prodotti specifici;
  • Passate la cera regolarmente, ed evitate di utilizzare in casa scarpe coi tacchi o le suole rigide;
  • Godetevi il parquet e vivete il più possibile a terra, magari con l’aiuto di tappeti morbidi o comodi pouf bassi.

CONCLUSIONI

Un parquet è un investimento che sicuramente vale la pena di fare, ad una condizione però.

Bisogna essere ben consapevoli, quando si decide di acquistarlo, che la manutenzione deve essere costante per tutta la vita del legno.

Un parquet non può essere trascurato. Non è così scocciante come sembra, basta solo dedicarsi con costanza al suo benessere, come si fa con tutte le cose pregiate che necessitano di manutenzione.

Per pulirlo, in fondo, basta un prodotto apposito e un panno leggermente umido. Ogni 15 anni lo si leviga nuovamente e torna come nuovo.

Inoltre, se decidiamo di vendere la casa possiamo richiedere un prezzo più alto perché il suo valore di mercato sale.

Oltre al lato più venale della faccenda, c’è anche da dire che il legno è un materiale vivo, chi si modifica con il tempo, tutta un’altra cosa rispetto alle fredde mattonelle.

Infatti, camminare a piedi scalzi sul parquet non può essere paragonato a camminare su qualsiasi altro materiale.

Anche in inverno non è gelido come succede con le piastrelle di ceramica ma conserva quel tepore tipico di una cosa viva.

Chi utilizza il parquet una volta difficilmente passa ad altro, perché è un tipo di pavimento davvero confortevole.

Rispetto a tutti gli altri consente anche di personalizzare la casa. Infatti, possiamo scegliere tra la posa a quadri, a spina di pesce o a motivi geometrici/disegni, per rendere la nostra abitazione più in linea con i nostri gusti e con la nostra personalità.

Nessun altro pavimento consente una così ampia personalizzazione dello spazio!

LASCIA UN COMMENTO

Se hai trovato interessante l’articolo, lascia un commento!

Inoltre, se hai intenzione di montare il parquet a casa tua ma non hai ancora le idee chiare, non preoccuparti ci siamo noi!

Invia una mail a valeriadesign@gmail.com con i tuoi dubbi a riguardo e ti guideremo nella scelta della pavimentazione che maggiormente soddisferà le tue esigenze estetiche e funzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.