fbpx

PAVIMENTO PER LA CUCINA: CONSIGLI

pavimento

PAVIMENTO PER LA CUCINA: INTRODUZIONE

Non è mai semplice scegliere il pavimento per la cucina. Nella maggior parte dei casi è una scelta che pregiudica la scelta dell’intero arredo. Se sei sommerso dai dubbi, sei capitato nel posto giusto! In questo articolo ti guideremo nella scelta del pavimento per la cucina perfetto.

La chiave di volta, in questo caso, per capire come abbinare cucina e pavimento è circoscrivere gli stili che ti piacciono e cercare idee carine da copiare.

Qualunque siano i tuoi gusti, inoltre, il pavimento di questo ambiente della casa dovrà essere:

  • facilmente lavabile (macchie di grasso e di olio sono all’ordine del giorno)
  • impermeabile (il fattore umidità, tra forno e fornelli, è sempre da tenere in seria considerazione)
  • resistente (basti pensare al continuo spostamento delle sedie solo per citare la circostanza più frequente).

CHE STILE SCEGLIERE?

Le soluzioni possono essere moltissime ma ne abbiamo individuate cinque di grande tendenza: idee pratiche e innovative da copiare magari con eventuali modifiche e variazioni.

Vediamo i pro e i contro dei pavimenti in:

pavimento
Adorable Modern Kitchen Design With Colorful Touch Great Modern with dimensions 1800 X 1200 – Kitchen Floor

PAVIMENTO IN GRES PORCELLANATO

Il materiale più in voga per quanto riguarda i pavimenti per la cucina è sicuramente il gres porcellanato: non solo perché è resistente e facile da pulire, ma anche perché può riprodurre i principali effetti più richiesti .

La posa del pavimento in gres, insomma, ha solo vantaggi.

Per chi non ama le fughe, inoltre, si può optare per piastrelle rettificate oppure per mattonelle maxi anche se il costo, in questo caso, è destinato a salire sensibilmente.

Il gres porcellanato, da diversi anni a questa parte, è considerato il pavimento per la cucina più utilizzato in assoluto; tali sono le prestazioni di questo materiale che, molte volte, viene utilizzato anche per il paraspruzzi così da dare uno stile omogeneo a tutto l’ambiente, specialmente se si tratta di un open space.

In linea di massima si tratta di un materiale oltremodo versatile adatto praticamente ad ogni tipo di stile e, dunque, ideale per chi è indeciso fino all’ultimo minuto.

Tale materiale è inoltre perfetto anche per chi sta passando in rassegna diverse cucine con pavimento effetto legno ma teme che il parquet o il laminato possano essere troppo delicati.

PAVIMENTO IN RESINA

Per chi ama lo stile moderno il pavimento della cucina in resina è probabilmente la soluzione più pratica e funzionale. L’assenza totale di fughe rende infatti questo materiale facile da pulire ed estramente versatile. 

La posa dei pavimenti in resina è inoltre veloce, economica e indicata anche per chi vuole risparmiare sui costi delle piastrelle preesistenti.

Oltre ad avere un aspetto molto moderno, questo materiale si adatta alla perfezione a qualunque tipo di arredamento. Dopo aver scelto i mobili si può infatti indicare una precisa tonalità che viene poi creata ad hoc. Il risultato? Un pavimento della cucina che durerà per sempre, a prova di urti o di macchie, super resistente e facile da tenere pulito. 

PAVIMENTO IN LAMINATO

Il pavimento laminato in cucina è una scelta tutt’altro che desueta soprattutto per chi ama lo stile classico o rustico ma teme gli svantaggi del parquet.

Purtroppo tra urti, macchie e graffi la scelta del pavimento in legno in cucina è considerata azzardata, in particolare per chi ha bambini piccoli e intende allargare la famiglia.

Ecco che entra in gioco il pavimento laminato per cucina, in grado di riprodurre in tutto e per tutto lo stile rustico senza i classici inconvenienti del legno.

Naturalmente bisognerà orientarsi verso un prodotto di qualità, idrorepellente e, dunque, progettato ad hoc per la cucina.

Tra i vantaggi del laminato il fatto che è economico e facile da posare. Tra le controindicazioni va invece segnalata la scarsa resistenza all’umidità.

Proprio per questo motivo, molte persone, indecise tra parquet e laminato, finiscono per optare per il gres porcellanato effetto legno.

PAVIMENTO IN MARMO

Se ami gli ambienti brillanti, splendenti e ariosi il marmo è il materiale giusto per il pavimento della cucina dei tuoi sogni.

Come noto, però, si tratta di una mattonella piuttosto costosa. Quanto alla durata, il marmo è considerato eterno ma per preservarne a lungo le caratteristiche è necessario osservare alcune accortezze.

Innanzitutto bisogna pulire immediatamente eventuali sversamenti di sostanze acide come il limone oppure la Coca Cola, in secondo luogo sono vietati i detergenti non specifici. Per sgrassare e scrostare in profondità, via libera all’acqua e al vapore.

Insomma, adattando un vecchio adagio, se la tua cucina bella vuoi far apparire, un pochino ti toccherà soffrire.

PAVIMENTO IN ARDESIA

Se sei alla ricerca di un materiale che nasconda al meglio lo sporco e che non tema macchie o chiazze indelebili, forse quello che stai cercando è l’ardesia.

Se poi la tua cucina è monocolore in tonalità chiare oppure bianca, avrai ottenuto anche un vero e proprio capolavoro di design.

Il pavimento per cucina in ardesia sta diventando un cult tra architetti e appassionati di arredamento d’interni soprattutto per creare suggestivi effetti in contrasto con mobili bianchi. 

Lo svantaggio? L’ardesia tende a immagazzinare il freddo. Anche se d’estate questa caratteristica tecnica potrebbe rilevarsi positiva, d’inverno la sensazione può essere piuttosto spiacevole.

LASCIA UN COMMENTO

Se l’articolo ti è piaciuto, lascia un commento con le tue considerazioni a riguardo.

Infine, se hai bisogno di una consulenza per scegliere il pavimento adatto alla tua cucina, invia una mail a valeriadesign@casaomnia.it! Fai un salto sul nostro portale online CasaOmnia.it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.